ITALIA BOOK FESTIVAL

Da Modena la fiera del libro virtuale (ma non troppo)

Nasce a Modena per l’Italia la nuova fiera del libro. Si chiama Italiabookfestival e prende corpo da un’idea della casa editrice modenese-bolognese Edizione del Loggione/Damster. Si tratta a tutti gli effetti di una fiera del libro, ma in versione virtuale.
Procediamo con ordine. In un periodo complesso come quello attuale, in cui non è possibile organizzare fiere dell’editoria a breve termine, la casa editrice Edizioni del Loggione/Damster ha pensato di non disperdere la grande ricchezza e creatività delle case editrici piccole e medie italiane, da sempre le vere protagoniste delle manifestazioni dedicate al libro e aperte al pubblico.
Così è nata l’idea di dare vita a “Italia Book Festival”, una fiera dell’editoria che si presenta sul web, ma che mantiene tutti i contenuti tipici delle fiere, quindi reale e concreta nella proposta. Entrando nel sito, infatti, si trova una vera e propria fiera con stand, incontri con gli autori in streaming, workshop on-line, pitch e laboratori virtuali per bambini. Ovviamente sarà possibile acquistare i libri e anche avere anche un consiglio da parte dell’editore.
Italia Book Festival è prevista dal 16 al 24 maggio 2020. Un momento particolare che richiama una fiera reale, il salone di Torino, che quest’anno ha dovuto slittare ad altra data per i ben noti problemi sanitari. Ma non si tratta di un’alternativa, anzi, l’obiettivo è farne uno strumento complementare e quasi permanente, che possa supplire a un’eventuale mancanza, ma soprattutto che sia in grado di affiancare le manifestazioni fisiche, magari estendendone il periodo di apertura al pubblico.
Alla prima edizione di Italia Book Festival, che gode del Patrocinio del Ministero della cultura e del turismo, della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Modena, hanno aderito oltre 80 case editrici da tutta Italia. L’accesso è libero, 24 ore su 24, all’indirizzo web www.italiabookfestival.it

La speranza di Margherita

Si intitola “Margherita” il nuovo libro di Antonella Vandelli ed è in omaggio ai lettori di “Arte di Vivere a Modena” che acquisteranno la nostra rivista in edicola.
“In Margherita – spiega l’autrice – sono presenti diversi temi di grande attualità, da quello del tradimento, a quello della violenza sulla donna, fino al “femminicidio”. Tuttavia, è presente anche la speranza in qualcosa di migliore, è tracciata la via per uscire da questa situazione.”
È un percorso letterario ormai lungo quello che ha portato alla pubblicazione di “Margherita”, edito da “Della Casa Edizioni”. Il primo libro di Antonella Vandelli, infatti, risale al 2002, quando esce “La mano nel cappello”. Un omaggio, questo, ai diversi incontri di vita che l’autrice ha avuto durante la sua professione di educatrice.
Un vero e proprio caso letterario è stato il suo secondo libro, “Ciao Bella”, che destò anche l’interesse del regista Pupi Avati. L’attività da scrittrice di Antonella Vandelli è quindi proseguita con “Cari Amici”, “Nella buona e nella cattiva sorte”, “Il rossetto”, “Le scarpe a fiorellini” e “L’insegnante dei primi”.

"Smarrire il proprio passato signififica perdere il proprio futuro”
(Wang Shu)

EDIZIONI DELLA CASA S.R.L.

Viale Alfeo Corassori, 72
41124 Modena
Partita Iva IT03443720366
Tel: 059/7875080 

POLICY E COOKIE

Social


Sito realizzato da Damster  Multimedia