GRUPPO BPER APPROVATO IL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ

Nel 2019 evitata l’immissione in atmosfera di 32.985 tonnellate di CO2: è l’equivalente della quantità assorbita da un bosco grande come 67 campi da calcio

Il bilancio si sostenibilità, è cioè quanto si è utili all’ambiente e alla società in generale, diventa sempre più un tratto distintivo delle aziende meglio attrezzate ad affrontare il futuro. Non è solo una questione di responsabilità, pur importante, ma è un fatto sostanziale, concreto, con cui dimostrare di avere visione di prospettiva e capacità di interpretare le spinte e le esigenze nuove di territori, economia, persone.
Avere un buon bilancio di sostenibilità, quindi, misura la capacità delle imprese nel creare le condizioni migliori, per tutti, di generare ricchezza e opportunità. Il Gruppo BPER, nei giorni scorsi, ha pubblicato il suo Bilancio di Sostenibilità consolidato che spiega e illustra, con riferimento al 2019, le azioni riguardanti la riduzione degli impatti ambientali, la gestione delle risorse umane, la restituzione di valore a società e territorio, la tutela dei diritti e la lotta alla corruzione.
I temi affrontati nel documento spaziano dall’organizzazione all’intervento ambientale, quindi: il miglioramento della qualità del lavoro e della vita dei quasi 14.000 dipendenti, con un focus specifico sulle pari opportunità in azienda; la riduzione degli impatti ambientali, grazie a progetti di mobilità sostenibile, l’efficientamento energetico e la diminuzione dell’utilizzo di carta; l’offerta di prodotti etici e green, le numerose collaborazioni con scuole, università e altre Istituzioni.
Per citare un fattore misurabile, Il Gruppo BPER, in particolare, è stato in grado di evitare l’immissione in atmosfera di ben 32.985 tonnellate di CO2: si tratta di una quantità pari a quella che sarebbe assorbita da una foresta di più di 47 ettari (circa 67 campi da calcio).

L’Amministratore delegato di BPER Banca Alessandro Vandelli spiega così questa attenzione così marcata al bilancio di sostenibilità da parte della banca: “È nostra ferma convinzione che non si possa più prescindere dai temi della sostenibilità. Proseguiamo dunque un percorso di trasformazione interna che prevede molte azioni concrete: ciò significa, tra l’altro, riaffermare la vicinanza ai territori con prodotti e servizi in grado di garantire una maggiore inclusione sociale e offrire un aiuto alle aziende per affrontare varie tematiche, tra cui la transizione energetica, affidandosi a un partner competente.”
Altri numeri significativi che emergono dalla lettura del rapporto: sono donne il 44% dei dipendenti e il 47% dei Consiglieri di Amministrazione; sono nove gli impianti fotovoltaici del Gruppo che hanno contribuito al fabbisogno energetico che, per quel che riguarda l’energia elettrica, è coperto per l’89% con energia rinnovabile; il 100% dei rifiuti cartacei e più del 99% dei rifiuti totali viene inviato al recupero; il Gruppo BPER ha erogato al territorio di riferimento 7,8 milioni di euro in progetti e iniziative culturali, sociali, ambientali e legate allo sport per tutti.
Un’attenzione particolare è rivolta alle attività per il mondo giovanile: i ragazzi coinvolti in progetti sul territorio sono stati quasi 79.000, di oltre 73.000 in attività di educazione finanziaria.
La presentazione del Bilancio di sostenibilità cade in un momento particolare, con il Paese, la Regione e i territori modenesi impegnati ad affrontare l’insieme della crisi sanitaria e della crisi economica. Ancora Vandelli: “Non possiamo dimenticare che oggi viviamo una situazione complessa, in cui occorre dare risposte alle esigenze dei territori messi a dura prova dall’emergenza sanitaria, economica e sociale, sostenendo al contempo gli organismi sovranazionali nel perseguire obiettivi sfidanti di contrasto ai cambiamenti climatici. In ognuno di questi ambiti prosegue con convinzione il nostro impegno”.
Nel 2019, complessivamente, la ricchezza generata dal Gruppo BPER è rimasta in linea con i numeri molto rilevanti del 2018, raggiungendo 1,96 miliardi di euro, di cui quasi il 90% è stato redistribuito in varie forme alla collettività.

Uniti oltre le attese nella lotta al Covid-19

Donazioni per oltre 3 milioni di euro da parte di Bper banca. Sono soprattutto il risultato di “Uniti oltre le attese”, il progetto che la banca ha promosso attraverso una raccolta fondi interna, con il coinvolgimento volontario di tutto il personale, per contribuire concretamente a fronteggiare l’emergenza provocata dalla diffusione del Covid-19.
In particolare l’Alta Direzione e il Top Management hanno devoluto una quota della retribuzione variabile riferita al 2019, mentre il Presidente e i componenti del Consiglio di Amministrazione di BPER Banca hanno deciso di ridurre i propri compensi.
Tutto il personale, inoltre, ha potuto contribuire, scegliendo di donare giornate di ferie o una parte dello stipendio. La cifra così raccolta è stata quindi raddoppiata, su proposta dell’Amministratore delegato Alessandro Vandelli e con il consenso del CdA, grazie alla partecipazione diretta di BPER Banca. Due milioni e 400mila euro che si sono aggiunti alle donazioni precedenti e che anno portato complessivamente a oltre 3 milioni di euro la somma da destinare agli interventi diretti nella lotta al Coronavirus.
Gli ambiti principali degli interventi saranno il sostegno alla ricerca scientifica e all’assistenza sanitaria, aiuti alle famiglie e contrasto alle nuove povertà, contributi per l’emergenza educativa e la didattica a distanza. I progetti da sostenere saranno divisi in nazionali, territoriali e locali, in base alla loro valenza e specificità.
“Un contributo concreto che risponda a richieste ed esigenze specifiche - Pietro Ferrari, Presidente di BPER Banca - la scelta degli enti da sostenere è stata avviata in stretto raccordo con le Direzioni regionali che operano nei nostri territori di riferimento, ponendo grande attenzione non solo alle esigenze sanitarie e assistenziali immediate, ma anche alla ricerca scientifica, al sostegno delle famiglie più bisognose e alle molte necessità di carattere economico che stanno emergendo e che sono destinate ad accentuarsi nel prossimo futuro.

"Smarrire il proprio passato signififica perdere il proprio futuro”
(Wang Shu)

EDIZIONI DELLA CASA S.R.L.

Viale Alfeo Corassori, 72
41124 Modena
Partita Iva IT03443720366
Tel: 059/7875080 

POLICY E COOKIE

Social


Sito realizzato da Damster  Multimedia