L’INFORMAZIONE DI TRC FA BOOM DI ASCOLTI

L’emergenza Coronavirus ha cambiato il volto del mondo dell'informazione modenese. Ma la vera novità è stata la grande riscoperta della tv, la centralità dei telegiornali e degli approfondimenti premiati dal pubblico in termini di ascolti. Ne abbiamo parlato con Ettore Tazzioli, dal 2011 direttore responsabile di Trc, emittente storica dell’Emilia Romagna e di ViaEmilianet, portale web dell’economia regionale.

L'emergenza Coronavirus ha cambiato il volto del mondo dell'informazione locale. La situazione a Modena?
Nell’informazione, come in altri settori, la scossa è profonda. Cresce l’esigenza di una informazione seria e attendibile, costruita con professionalità. Mai come in questo periodo si avverte l’esigenza di avere notizie di qualità. A Modena vedo una forte attenzione del pubblico cui ha corrisposto un grande lavoro delle redazioni giornalistiche e premiato da un vero e proprio boom di ascolti.

Come Trc ha fronteggiato l'emergenza?
Costruire ogni giorno l’informazione del proprio territorio è un lavoro complesso. Non si fa con il copia-e-incolla di notizie prodotte da altri: servono giornalisti in redazione e fuori, cameraman per le esterne, tecnici di montaggio, troupe per le dirette, studi. La sfida più grande è stata garantire la continuità dell’informazione 24ore su 24 riorganizzando gli spazi in redazione e il lavoro, in parte in modalità smartworking, per assicurare la salute di tutti i dipendenti.

Come è stato ripensato il palinsesto?
Modificare il palinsesto è stata una scelta dolorosa perché la ricchezza della nostra emittente è il legame col territorio. Vanno in onda Trend, dedicato alla moda e al design, Su la zampa, Buone cose, Noster chef e Io leggo mentre sono sospese le dirette di programmi molto seguiti. Solo nella redazione di Modena siamo in 18 professionisti e alimentiamo una serie di programmi che fanno perno sul telegiornale: la rassegna stampa Freschi di stampa. Potenziati anche gli spazi informativi dedicati all’emergenza coronavirus come Nautilus.

I programmi più seguiti?
La televisione ha dispiegato tutta la sua forza in questo periodo. Il luogo comune (“non si comprano giornali, la tv è superata, stiamo tutti sul web”) è stato clamorosamente smentito dai comportamenti concreti e da un aumento dei consumi che hanno superato la soglia delle cinque ore al giorno medie. Dati che premiano le tv locali e quelle imprese legate al territorio che da tempo hanno scelto la strada dell’informazione. Nel solo mese di marzo i nostri ascolti sono aumentati di 40mila unità sfiorando i 150mila contatti (dati Auditel) a Modena, oltre 280mila tra Modena e Bologna e che salgono a quota 750mila in Emilia Romagna se consideriamo i risultati di tutte le emittenti del nostro gruppo editoriale TRMedia. Forte la crescita sul web dei nostri portali di informazione che hanno raddoppiato il traffico oltre i 150mila contatti giornalieri”. Sempre al fianco della comunità, trasmettiamo in diretta ogni domenica la santa messa celebrata nel Duomo di Modena dall’arcivescovo Erio Castellucci. Abbiamo trasmesso le funzioni religiose della Settimana Santa e offerto uno spazio anche per la Pasqua ortodossa. In diretta dal Municipio, poi, la seduta straordinaria per il 25 Aprile, festa della Liberazione, per supplire alle restrizioni che hanno impedito le tradizionali celebrazioni.

"Smarrire il proprio passato signififica perdere il proprio futuro”
(Wang Shu)

EDIZIONI DELLA CASA S.R.L.

Viale Alfeo Corassori, 72
41124 Modena
Partita Iva IT03443720366
Tel: 059/7875080 

POLICY E COOKIE

Social


Sito realizzato da Damster  Multimedia